La più Economica Segnaletica Turistica Interattiva con Qr Code. Ogni Comune ha bisogno di una segnaletica che possa dare informazioni ai turisti 24 ore su 24, illustrare tutto il patrimonio culturale in più lingue, migliorare la fruibilità dei monumenti, integrarsi perfettamente con la città e rendere più facile l’accessibilità per il turista e il cittadino.

VUOI DIVENTARE LA PROSSIMA CITTÀ INNOVATIVA?

ATTENZIONE

QrTour è ottimizzato per essere navigato da dispositivi smartphone e tablet.

Per vedere il contenuto della pagina scansiona il QrCode con il tuo device.

Luigi Einaudi

  

Luigi Einaudi nasce a Carrù il 24 marzo 1874 da una famiglia modesta. In giovane età, alla morte del padre, si trasferisce a Dogliani dove vive per il resto dei suoi giorni. Dopo aver frequentato il Ginnasio a Savona, nel 1895 si laurea a soli ventun anni alla facoltà di Giurisprudenza a Torino. Nel 1902 è già docente all’Università di Torino con la cattedra di Scienze delle Finanze. Due anni dopo ottiene la cattedra anche a Milano presso la Bocconi. Luigi Einaudi si dedica ai suoi studi in campo economico, all’insegnamento e al giornalismo (La Stampa, Corriere della Sera). Nel 1903, sposa, Ida Pellegrini, madre dei suoi tre figli: Mario, Roberto e Giulio. Dopo travagliate vicende durante il regime fascista e la Seconda Guerra Mondiale, tornato in Italia dalla Svizzera, il 5 gennaio 1945 viene nominato governatore della Banca D’Italia; nel 1946 viene eletto deputato all’Assemblea Costituente per il Partito Liberale Italiano, nel 1947 fa parte del governo come vice Presidente e ministro del Bilancio. Il 10 Maggio 1948 viene eletto Presidente della Repubblica. Nel mese di giugno 1955, l’Università di Oxford gli conferisce la Laurea Honoris Causa. Molto legato a Dogliani, tornava ogni anno per seguire personalmente la vendemmia. Nel 1935 riceve la Medaglia d’oro del Comune di Dogliani alla prima fiera dedicata al vino dolcetto. I vini del Presidente furono ripetutamente premiati e egli fu il primo a vendere il Dolcetto non solo sfuso, ma in bottiglie. Einaudi muore a Roma il 30 ottobre 1961 e viene sepolto nella tomba di famiglia a Dogliani, il paese nel quale amava trascorrere i momenti privati e di riposo nella villa di San Giacomo

Videoguida lis

Clicca play per la vedere la videoguida LIS

Dove Mangiare

Attiva la Realtà Aumentata

Fai tap per attivare Linkar®