La più Economica Segnaletica Turistica Interattiva con Qr Code. Ogni Comune ha bisogno di una segnaletica che possa dare informazioni ai turisti 24 ore su 24, illustrare tutto il patrimonio culturale in più lingue, migliorare la fruibilità dei monumenti, integrarsi perfettamente con la città e rendere più facile l’accessibilità per il turista e il cittadino.

VUOI DIVENTARE LA PROSSIMA CITTÀ INNOVATIVA?

ATTENZIONE

QrTour è ottimizzato per essere navigato da dispositivi smartphone e tablet.

Per vedere il contenuto della pagina scansiona il QrCode con il tuo device.

Santuario di San Quirico

  

È una parrocchiale molto antica, la cui storia è stata teatro di vicende non sempre positive. La chiesa è stata distrutta nel XVI sec. dalle ricorrenti alluvioni dei torrenti Rea e Argentella alla cui confluenza era collocata. Successivamente la Parrocchiale è stata ricostruita in oppidum cioè all’interno delle mura del centro storico.

Da una parte di muro rimasto intatto emerse l’affresco quattrocentesco della “Madonna con il Bambino”, a cui la comunità si legò subito ed attorno al quale eresse l’attuale Santuario. Al suo interno, durante i secoli, sono stati depositati moltissimi ex-voto, alcuni dei quali rubati, mentre altri sono stati restaurati e hanno trovato una collocazione sicura nel Museo degli Ex-Voto, sito nel retro della Chiesa dei SS. Quirico e Paolo. Restaurato su progetto dell’architetto. Giovanni Battista Schellino nel 1852, conserva sull’altare il magnifico affresco raffigurante la Madonna del Latte insieme a decorazioni e dipinti di Luigi Morgari.

Il gioiello della Chiesa è senza ombra di dubbio l’affresco “Madonna del Latte con Bambino”. Datato tardo Quattrocento, è il più antico dei dipinti doglianesi. Si tratta di un’iconografia cristiana di origini antiche nella quale la Vergine è rappresentata a seno scoperto, colta nell’atto di allattare il figlio. Durante il Concilio di Trento del 1543, venne definita la posizione della Chiesa riguardo alle iconografie devozionali, allo scopo di evitare la riproduzione di immagini di natura sensuale, perché si riteneva potessero fuorviare dalla preghiera. I vescovi furono costretti a decidere se ritoccare le immagini o rimuoverle. L’iconografia della “Madonna del Latte” venne dunque abbandonata.

Videoguida lis

Clicca play per la vedere la videoguida LIS

Virtual Tour

Usa il dito o ruota per spostarti nello spazio virtuale.

Per accedere alla Realtà Virtuale esegui i passaggi in questa sequenza:

1. Visualizza il virtual tour a schermo pieno.

2. Accedi alla funzione VR e usa un visore di realtà virtuale.

Dove Mangiare

Attiva la Realtà Aumentata

Fai tap per attivare Linkar®